QUANDO DI IGNORANZA SI FA VIRTÙ… Armietiro – Il ddl Amati-Granaiola torna alla ribalta

Eccoci nuovamente alla dimostrazione che l’ignoranza della nostra classe politica, sommata al pregiudizio costante che le armi siano “cattive e pericolose”, e che tutti i possessori di armi (o quasi) siano dei terroristi, fa si che riescano a proporre un Ddl che peggiorerà la sicurezza della nostra nazione.

Mi spiego, senza dilungarmi sulle mille ragioni che mi spingono ad affermare che “codesto Ddl” è una grande stron**ta (scusate ma quando ci vuole ci vuole), voglio analizzare il punto dove si dice che tutte le armi per uso sportivo dovranno essere detenute/depositate presso i poligoni.

Allora, i poligoni non sono dei depositi di armi, e seppur abbiano spesso una minima sicurezza ed un minimo di armi e/o munizioni all’interno, non sono stati sicuramente concepiti per divenire “l’armeria degli sportivi” ed ospitare quindi centinaia di armi (se non migliaia).  Se a questo aggiungiamo che viviamo in un periodo in cui il terrorismo religioso e l’immigrazione clandestina stanno dilagando, solo pensare di riunire tutte le armi in specifici punti sul territorio nazionale, e quindi facilitare un eventuale azione mirata ad armare un gruppo di persone, farebbe rabbrividire anche il più antiarmi del pianeta!!! 

Cerco di spiegarmi meglio: se oggi un delinquente volesse rubare delle armi, dovrebbe necessariamente andare li dove la sicurezza è al 100% (caserme, polveriere, armerie etc). Ma se il Ddl passasse, qualunque malintenzionato potrebbe semplicemente sfondare la porta di un poligono e “fare la spesa”. 

Sicuramente a questo punto qualcuno starà pensando che se ciò dovesse succedere (ovvero l’accettazione del Ddl) le misure di sicurezza dei poligoni sarebbero aumentate e portate a livello di quelli di tutte le caseme d’Italia… Allora io mi (e Vi) chiedo: e chi ci metterà i soldi??
Ad oggi i poligoni soffrono in quanto l’economia del mondo Armiero (a causa anche di tutte le restrizioni passate e recenti) è in caduta libera. Applicare questa ennesima e brutale restrizione non farebbe altro che peggiorare la situazione andando a ridurre ulteriormente l’economia del settore, quindi anche quella dei poligoni! Allora per la seconda volta mi chiedo… e chi ci metterà i soldi? 
E forse più importante di tutto: QUINDI SIETE VOI SICURI CHE MUOVERE ED ACCENTRARE TUTTE LE ARMI IN POCHI PUNTI SUL TERRITORIO ITALIANO SIA UNA SCELTA GIUSTA, PONDERATA E OCULATA IN VIRTÙ DI UN INCREMENTO DELLA SICUREZZA DEL NOSTRO PAESE? O È FORSE IL CASO CHE CI RIPENSIATE?

Vi lascio all’articolo di “Armi e Tiro”….
http://m.armietiro.it/il-ddl-amati-granaiola-torna-alla-ribalta-armi-6580

Published by

Danilo Amelotti

I am a former Italian SPECOPs; after 25 years of service I left the active duty and I am now private trainer and co-owner of Tactical News Magazine International. I will write about my past and present experiences, trainings and training methodology, and I will comment actual event (mainly related to my past activities). Finally you will also find reviews on equipment and weapons. Sono un Incursore in congedo; dopo 25 anni di servizio ho lasciato il servizio attivo e sono ora un istruttore privato e comproprietario di Tactical News Magazine International. Sul mio blog scriverò articoli riguardanti le mie esperienze passate e presenti, parlerò' di addestramenti vari e metodologie di insegnamento, ed ovviamente commenterò' fatti attuali (maggiormente correlati con la mia passata esperienza). In fine pubblicherò' anche test di equipaggiamenti vari.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s