I colpevoli non sono I Musulmani, bensi’ I terroristi dell’ISIS …Pilota arso vivo in gabbia, la Giordania Sbrana l’ISIS!

Personalmente non sono un religioso; questo, anche se nasce in tempi lontani e “non sospetti” quando, ragazzo sui banchi di scuola, avevo già compreso come le religioni nei secoli passati fossero state solo uno strumento di controllo delle masse e generatrici di un potere quasi infinito, probabilmente si e’ accentuato fino a diventare una certezza durante gli anni passati ad operare nei vari teatri di guerra che il nostro mondo ha visto dal 1993 a oggi.

Non voglio certo fare di questo mio articolo un sunto sulle religioni e la Fede (qualunque essa sia), non ne sarei nemmeno capace, ma mi pare dovuto specificare che non e’ a parer mio corretto ne intelligente fare di tutta un erba un fascio!

Quindi, se pur considero “umano” generalizzare l’offesa nel tentativo di guadagnare una maggior sicurezza, l’esperienza maturata nei vari conflitti in cui sono stato coinvolto, e una buona dose di buon senso, mi spinge a dover dire a chiare lettere che continuare a puntare il dito su tutti i “Mussulmani”, dire che non può’ esistere integrazione, e che andrebbero tutti sterminati e’ un’enorme sbaglio. Penso basti soffermarsi a pensare che se veramente vogliamo fare di tutti i Mussulmani dei complici di questi maniaci dell’ISIS, allora dovremmo anche dire che tutti i Campani sono Camorristi, tutti i Siciliani sono Mafiosi, tutti i Calabresi sono Ndranghetani etc… dovremmo dire che i Tedeschi sono comunque tutti Nazzisti e che gli Ebrei sono tutti Banchieri…Dovremo dire che tutti i Cristiani sono Crociati e che tutti i politici sono ladri! Ma tutti sapete che non e’ così’!

Tutti sapete anche che continuare imperterriti a generalizzare l’offesa, non solo é deleterio per noi oggi, ma é e sarà un profondo vantaggio per quei fondamentalisti che ogni giorno bombardano con messaggi di odio chi ancora non segue il loro “diktat”!  Non e’ una affermazione menzognera dire che l’odio genera odio, e che se continuiamo a dire ad una persona che e’ un delinquente, quella persona alla fine si convincerà’ che e’ vero, oppure, non trovando comunque una via d’uscita, deciderà di unirsi a chi gli da credito (ISIS) e non discredito!

Certo non e’ facile vedere e fare delle distinzioni, soprattutto quando ogni volta che succede qualcosa di tragico vediamo una persona di una specifica etnia o religione esserne il responsabile; ma mi permetto di ricordare che la vita non e’ mai facile, e che, soprattutto in queste vicissitudini, bisognerebbe tutti avere un pizzico di sangue freddo e ragionare prima di parlare o puntare il dito! I politici in lotta per la seggiola, i giornalisti in cerca di una fama veloce o di molti lettori, e più’ generalmente chi da una generalizzazione potrà’ trarre vantaggio, continueranno ad infuocare gli animi, spargendo odio e mala informazione, odio che tramuteranno in seguaci, in persone che ormai convinte di una idea saranno presto facili da aizzare!  Questo e’ successo in tutti i maggiori conflitti passati e moderni… Guardate la Bosnia ad esempio, a Sarajevo vivevano in pace tre etnie, tre religioni, da un giorno all’altro si sono ritrovati a spararsi vicendevolmente, tra vicini, tra amici.  E questo non e’ successo perché’ non erano amici, ma perché “i cervelli della massa comandano quasi sempre sul cervello del singolo”. 

Allora mi chiedo se veramente, voi che in maniera semplice fate di tutta un erba un fascio, sareste domani capaci di imbracciare un fucile e sparare al vostro vicino o amico, pensando che lui deve essere cattivo solo per il fatto di pregare un Dio differente dal vostro!

Lo ammetto senza problemi, l’ISIS mi spaventa, la loro brutalità, il potere che guadagnano ogni giorno che passa, i soldi che hanno, e la resa mediatica che generano, e soprattutto chi da dietro le quinte li appoggia e rifornisce mi spaventano.  Ho visto troppe persone ammazzarsi in nome delle più’ disparate “stronzate” (perdonate il termine, ma ci voleva) ed ho poi visto il risultato finale… devastazione, distruzione, morte … il tutto inutile!  dopo la guerra, dopo un periodo di pacificazione, e con il tempo, i due che in principio erano amici, che poi erano nemici, ritorneranno amici!  allora a che Pro’ VI CHIEDO volete lasciare che le masse dominino il vostro intelletto!

Con tutto questo comunque ( e permettetemi questa precisazione) non voglio assolutamente “fare di tutta un erba un fascio” al contrario.  In molti Mussulmani, possiamo senza ombra di dubbio vedere il male puro, un male che deve essere combattuto senza esitazioni! Ma dobbiamo essere in grado di “discriminare” tra buoni e cattivi, anche se ciò vorrà dire correre più’ rischi, perdere altre vite!

Purtroppo, in questi giorni, noi “the good guys” abbiamo perso un altro uomo!  Un uomo e valoroso combattente che a dispetto di qualsivoglia legge, regola, morale o altro e’ stato brutalmente bruciato vivo!  Lui, il pilota Giordano era un Mussulmano, uno di quelli “buoni” ed ha pagato con il più’ alto prezzo il suo essere un “Buono”.  Se fosse stato un Soldato di ISIS, forse sarebbe stato semplicemente arrestato o nel peggiore dei casi Giustiziato con un metodo “Umano” (anche se dire “umano” parlando di uccisione non è propriamente corretto). Ma non e’ stato così’… lui Mussulmano che nulla ha a che fare con l’ISIS e’ stato torturato e bruciato vivo… i fondamentalisti di ISIS hanno mostrato il video con orgoglio, facendo vedere addirittura bambini che gioivano alla vista di quelle immagini… questo signori miei non e’ un problema di “religione” … questo è il male camuffato da “religione”… e così’ facendo si sta allargando, colpendo anche noi che alla religione preferiamo un sano piatto di spaghetti!

Questa e’ la strategia di ISIS, far si che il male (o come dicevano in guerre stellari, il lato oscuro della forza) conquisti anche noi … ci divida prima e ci scagli uno contro l’altro poi!

Bene, allora alla luce di quanto sopra, che voi concordiate o meno, penso sia giunto il tempo per tutti di schierarsi definitivamente contro il vero nemico che e’ formato da Pazzi schizofrenici che poco hanno a che vedere con qualunque religione… questi atti brutali, non possono essere cinti da un velo religioso, non possono essere accorpati ad una o un altra fede, ma bensì’ alla follia di pochi (ma troppi) che trovatisi uniti in un luogo hanno fatto di una religione la giustificazione per perpetuare le loro scorribande ed i loro delitti Atroci!

Abbiamo visto come in questi ultimi giorni la Giordania sia decisamente entrata nel conflitto, e con dichiarazioni decise ed azioni ancor più forti, hanno reso all’ISIS quello che da noi si sarebbe chiamato “Pan per Focaccia”.

Ma… Ma lasciatemelo dire, non e’ questo che sia da uomo, che da combattente avrei voluto vedere, o meglio non così’… Non penso infatti che la “vendetta” possa essere la giusta arma, o il giusto fine.  Certo, non posso dire che la parola Vendetta in questo caso stoni totalmente, in fin dei conti se torturi e poi bruci vivo uno dei miei, il mio sentimento non potrebbe essere certo differente, ma a mente fredda, staccandomi un pelo da quella vicenda, mi rendo conto che la vendetta non e’ la giusta moneta di “scambio”, anzi non e’ giusto parlare di Scambio (vita tua per vita mia).

Sarebbe ora che tutti i governi di questo mondo, con in testa i Governi Mussulmani, smettessero di pensare al guadagno ed all’interesse, ed iniziassero realmente e con ferma ragione a vedere questi “Demoni, Diavoli incalliti” dell’ISIS non come un problema, non come un gruppo terroristico, ma come “IL MALE FATTOSI UOMO”. Allora, senza più’ pensare al costo monetario che un azione in grande stile avrebbe, ma pensando che nessun uomo può’ pensare di lasciare questi “diavoli” liberi di scorrazzare in ogni dove, si potrebbe finalmente mettere in piedi la prima e vera operazione in difesa della pace umana che sia mai stata fatta.

Nessun guadagno, nessun interesse diverso dal voler sterminare il male dovrebbe essere nelle menti dei burocrati, solo la volontà’ di annientare il male, e dimostrare a qualunque altro pazzo schizofrenico, che seppur il mondo e’ grande, non vi e’ spazio per lui!

Il mio ultimo pensiero di questo articolo va a Lui, Il pilota Eroe, Che Possa riposare in pace!

Danilo.

4 thoughts on “I colpevoli non sono I Musulmani, bensi’ I terroristi dell’ISIS …Pilota arso vivo in gabbia, la Giordania Sbrana l’ISIS!

  1. Ottimo articolo! Complimenti serve sempre far ricordare all’uomo che bisogna cercare di usare il buon senso e di non farsi guidare solo ed esclusivamente dalle emozioni.

    Like

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s